Circolari

Circolare n.98/2015

Cari Colleghi,

facendo seguito alle nostre proteste per la situazione di gravissimo disagio che si è venuta a creare all’Ufficio del Giudice di Pace a causa delle illegittime restrizioni d’accesso alle Cancellerie, nell’adunanza di ieri il Consiglio dell’Ordine – preso atto che la nostra richiesta di revoca del provvedimento organizzativo non ha avuto seguito – ha deliberato:

  1. di impugnare al T.A.R. il provvedimento organizzativo emesso dal
    Coordinatore e dal Dirigente dell’Ufficio del Giudice di Pace, chiedendone
    la immediata sospensione;
  2. di segnalare formalmente al Ministro della Giustizia la gravità del
    provvedimento assunto e le condizioni di enorme disagio che esso provoca
    all’utenza e all’avvocatura;
  3. di richiedere al Presidente del Tribunale, competente per l’Ufficio
    del Giudice di Pace, di sollecitare l’attivazione degli strumenti del
    processo telematico anche per il Giudice di Pace, anche eventualmente quale
    sede sperimentale, potendo contare sulla collaborazione che, al riguardo, il
    Consiglio dell’Ordine di Bologna ha sempre fornito, con risorse e mezzi, per
    l’attivazione del processo telematico presso gli uffici giudiziari del
    Tribunale e della Corte d’Appello;
  4. di riservarsi di valutare la presentazione di formale esposto alla Procura della Repubblica, per denunciare la interruzione di pubblico servizio provocata dalla parziale chiusura delle Cancellerie.

Con saluti cordiali

il Presidente

avv. Giovanni Berti Arnoaldi Veli

Carlino-5-dic-15

Informazioni sull'autore

Giovanni Berti Arnoaldi Veli