Circolari

Impugnazione al TAR delle restrizioni d’accesso al Tribunale per i minorenni

Circolare n. 74/2016

Cari Colleghi,

torniamo in argomento dopo le nostre precedenti circolari n. 44, 53 e 67/2016. Come vi abbiamo riferito, il Consiglio dell’Ordine ha impugnato al T.A.R. Emilia-Romagna l’ordine di servizio con il quale il Tribunale per i minorenni ha introdotto pesanti limitazioni d’accesso alle cancellerie dell’ufficio.

Come abbiamo segnalato nel nostro ricorso, per la cui redazione e discussione ringraziamo il Consigliere avv. Beatrice Belli, le cancellerie del Tribunale per i minorenni per legge dovrebbero essere aperte, senza alcuna limitazione, cinque ore al giorno per cinque giorni alla settimana: delle 25 ore di apertura previste, attualmente ne sono attuate 12, meno della metà.

L’ordine di servizio è pacificamente illegittimo, in quanto contrario alle disposizioni di legge (come anche ribadite dalla sentenza n. 798/2014 del Consiglio di Stato): ciò è incontestato, e addirittura confessato sia dallo stesso Tribunale per i minorenni che dal Presidente della Corte d’Appello, e non disconosciuto dal T.A.R., il quale ha anche riconosciuto l’esistenza del danno che tali restrizioni provocano.

Ciò nonostante, con l’ordinanza allegata, il T.A.R. ha rigettato l’istanza cautelare proposta dal nostro Consiglio, pur di fronte a una situazione di illegittimità conclamata e addirittura confessata e a un danno pacificamente riconosciuto per chi deve accedere al Tribunale per far valere i diritti dei cittadini.

Stupisce e rammarica che, in una tale situazione, si neghi giustizia ai cittadini – e agli avvocati che li rappresentano – sulla base di un generico “annuncio” di un prossimo miglioramento del servizio, che non ha alcuna manifestazione concreta e attuale e del quale non è stata fornita alcuna comunicazione formale.

Nella prossima adunanza il Consiglio dell’Ordine valuterà l’impugnazione al Consiglio di Stato dell’ordinanza emessa dal T.A.R.

Continueremo a tenervi aggiornati di ogni sviluppo.

Con saluti cordiali

il Presidente

avv. Giovanni Berti Arnoaldi Veli

Informazioni sull'autore

Giovanni Berti Arnoaldi Veli